Ospedaletto Lodigiano: status civitatis di 902 cittadini

Con Messaggio del 13 ottobre u.s. l'Ambasciata d'Italia a Brasilia ha qui trasmesso per opportuna informazione il provvedimento adottato dal Comune di Ospedaletto Lodigiano relativo all'annullamento dei provvedimenti di riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana per 902 cittadini brasiliani, nonché' alla cancellazione di questi da tutti i registri di stato civile, anagrafe e elettorale.

Con Messaggio del 13 ottobre u.s. l’Ambasciata d’Italia a Brasilia ha qui trasmesso per opportuna informazione il provvedimento adottato dal Comune di Ospedaletto Lodigiano relativo all’annullamento dei provvedimenti di riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana per 902 cittadini brasiliani, nonché’ alla cancellazione di questi da tutti i registri di stato civile, anagrafe e elettorale.

In data 23 ottobre 2017 (ad ogni buon fine allegata) è qui pervenuta la Nota del Sindaco del citato Comune con la quale è stato rappresentato che sono ancora in corso verifiche sulla posizione delle persone interessate in merito alla sussistenza dei presupposti richiesti dalla legge per l’iscrizione anagrafica e per l’avvenuto riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana. In ragione di tanto, il Sindaco ha invitato gli uffici interessati a non assumere provvedimenti definitivi circa il rilascio o il ritiro del passaporto italiano e a prendere contatto con il citato Comune prima di assumere determinazioni formali in merito ad eventuali ulteriori istanze che dovessero essere presentate dai soggetti interessati.

Alla luce di quest’ultima comunicazione si invitano pertanto le Sedi che abbiano già provveduto ad adottare formali provvedimenti di ritiro o diniego del passaporto a prendere urgente contatto con il Comune interessato per le opportune verifiche sulla posizione dei singoli soggetti prima di procedere ad annullare in via di autotutela, i provvedimenti emessi. Si rammenta che l’annullamento d’ufficio, ai sensi dell’art. 21 nonies della legge n. 241/1990, deve comunque essere adottato entro un termine ragionevole.
Nel caso di avvenuto ritiro del passaporto, il documento dovrà essere restituito, previa adozione di formale provvedimento di annullamento del decreto di ritiro, ove il Comune non abbia già definito la posizione anagrafica e di cittadinanza dell’interessato.

Per le nuove istanze, così come per quelle già definite con provvedimento di diniego, si ricorda la facoltà prevista dall’art. 21, comma 2 del decreto. legislativo. n. 71/2011 a norma del quale, in fase di rilascio del passaporto, ove emergano incertezze in merito all’identità e allo status civitatis del richiedente, è possibile rilasciare un passaporto con validità temporale limitata a sei mesi eventualmente rinnovabile di altri sei.

Via: Consulado D´Italia Belo Horizonte

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.